PNRR: nel 2022 spazio a economia circolare e rifiuti.

Associazione CLAAI di Chieti

Servizi a piccole e medie impree Abruzzesi dal 1963

Data pubblicazione: 7 Gennaio 2022

Categoria: News

Il 2022 si prospetta un anno chiave per l’economia circolare e la gestione dei rifiuti.

Entro i primi sei mesi, infatti, il Ministero della Transizione ecologica dovrà predisporre sia l’attesa strategia nazionale per l’economia circolare che il programma per la gestione dei rifiuti.

Parla molto di economia circolare l’agenda del Ministero della Transizione ecologica per l’attuazione del PNRR nel 2022.  Le basi, a dire il vero, sono state gettate nel corso del 2021 con il lancio di 7 bandi per progetti a supporto della raccolta differenziata e impianti di riciclo. 

Bandi aperti fino a metà febbraio 2022 rivolti a imprese, Comuni ed Enti di Governo d’Ambito Territoriale Ottimale e focalizzati sul riciclo di RAEE – rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, carta e cartone, plastica e frazioni tessili ma anche sul miglioramento degli impianti di trattamento, raccolta e riciclo.

Le scadenze di fine giugno: la strategia per l’economia circolare e il programma per la gestione dei rifiuti

Più ancora dei bandi, a dare un’idea dell’anno chiave che il 2022 rappresenterà per l’economia circolare italiana è l’approccio finalmente strategico al settore. Vale la pena ricordare che il settore rappresenta una punta di diamante per il Paese. Come testimonia il report ‘100 Italian circular economy stories’ presentato dalla Fondazione Symbola e da Enel a metà dicembre, l’Italia va forte nell’economia circolare e ha la più alta percentuale di riciclo sulla totalità dei rifiuti: il 79,4%, il doppio rispetto alla media europea (49%).

Un primato che va mantenuto attraverso investimenti mirati e normative adeguate ai tempi.

Benché rappresenti un settore di eccellenza per l’Italia, infatti, l’economia circolare non ha ancora una strategia nazionale cui fare riferimento.

Ma il 2022 dovrebbe cambiare le carte in tavola. La notizia, in realtà, era nota da un mesetto: con la chiusura, a inizio dicembre, della consultazione pubblica sulla strategia il MiTe ha dato una prima indicazione temporale: la strategia per l’economia circolare dovrebbe vedere la luce entro fine giugno 2022. 

Alla strategia dovrà affiancarsi la predisposizione di un altro documento fondamentale, il Programma nazionale per la gestione dei rifiuti. Anche in questo caso, in base a quanto previsto dal PNRR, la scadenza è fine giugno: entro quella data il Ministero dovrà predisporre con l’Ispra il programma per definire i criteri e le linee strategiche cui le Regioni e le Province autonome dovranno attenersi nell’elaborazione dei piani regionali di gestione dei rifiuti. Programma che poi dovrà essere approvato con decreto ad hoc, d’intesa con la Conferenza Stato-Regioni.

Potrebbe interessarti anche…

BANDO A FONDO PERDUTO PER AMMODERNAMENTO  TECNOLOGICO DELLE IMPRESE ARTIGIANE

BANDO A FONDO PERDUTO PER AMMODERNAMENTO TECNOLOGICO DELLE IMPRESE ARTIGIANE

La Regione Abruzzo vuole incentivare i programmi di investimento produttivi finalizzati all’ammodernamento tecnologico delle imprese artigiane tramite interventi di acquisizione di macchinari e attrezzature nuove di fabbrica.
Il progetto dovrà rispettare i seguenti requisiti:
1. avere una spesa minima (IVA esclusa) pari a € 10.000,00;
2. l’importo concesso a fondo perduto, al netto dell’IVA non può essere superiore a € 50.000,00;
3. l’intensità massima di aiuto concedibile è pari all’ 80%.
La domanda potrà essere presentata sullo sportello digitale della Regione Abruzzo dal 14 Novembre al 5 Dicembre 2022.

INDENNITÀ UNA TANTUM DI 150 EURO PER LAVORATORI DIPENDENTI

INDENNITÀ UNA TANTUM DI 150 EURO PER LAVORATORI DIPENDENTI

Il lavoratore, per ricevere l’indennità, deve presentare al proprio datore di lavoro una dichiarazione con la quale afferma di non essere titolare di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione o di non appartenere a un nucleo familiare beneficiario del Reddito di Cittadinanza.

Bonus Energia 2022

Bonus Energia 2022

La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Chieti Pescara ha elaborato un bando con l’obiettivo di concedere alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) un contributo a fondo perduto mirato a rimborsare quota parte delle maggiori spese sostenute per le forniture di energia elettrica e di gas naturale, calcolato sul differenziale tra le spese del 2022 ed il medesimo periodo del 2021.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.