+39 0871 348970 - 320061 - 334905 info@claaiabruzzo.it

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza stanzierà 500 milioni di euro per sostenere l’innovazione e la meccanizzazione delle imprese agricole italiane. È quanto emerge dall’ultima stesura del Pnrr, trasmessa nei giorni scorsi dal governo al parlamento.

Gli incentivi saranno erogati con lo strumento dei contributi in conto capitale a favore delle imprese agricole che realizzano investimenti per l’ammodernamento dei macchinari agricoli, orientandosi verso l’introduzione delle tecniche dell’agricoltura di precisione e l’utilizzo dei sistemi 4.0.

Per quanto riguarda le procedure di applicazione dell’intervento, il Mipaaf ha individuato due possibili soluzioni: la prima è il bando Isi-Inail, la seconda è la Legge Sabatini. In entrambi i casi si tratta di due consolidate procedure per il sostegno delle imprese agricole italiane.

Questo sostegno, ha spiegato una nota del Mipaaf, intende perseguire gli obiettivi definiti nella strategia “Farm to Fork” in termini di sostenibilità dei processi produttivi e di accesso alle nuove tecnologie che assicurano migliori risultati ambientali, aumentano la resilienza climatica e ottimizzano l’impiego dei fattori produttivi. Inoltre la modernizzazione del parco macchine è utile per ridurre le emissioni inquinanti e per aumentare la sicurezza.