Green pass sui mezzi di trasporto pubblico, quando serve?

Associazione CLAAI di Chieti

Servizi a piccole e medie impree Abruzzesi dal 1963

Data pubblicazione: 7 Settembre 2021

Categoria: News

Dal 1° settembre al 31 dicembre 2021, termine dello stato di emergenza, è in vigore l’obbligo di esibizione della certificazione verde per salire su treni, aerei, navi e traghetti.

controlli scattano, in buona sostanza, quando si utilizzano mezzi di trasporto che effettuano lunghe tratte, quali per esempio treni a lunga percorrenza e traghetti interregionali, ritenuti luoghi a maggiore rischio di contagio da Covid.

Alle prescrizioni sul Green pass previste dal Decreto Legge del 6 agosto 2021 n. 111 che ha introdotto questo obbligo, tra l’altro, si aggiungono quelle generali nel trasporto pubblico, recentemente aggiornate per mezzo dell’Ordinanza del Ministero della Salute del 30 agosto pubblicata il 1° settembre.

Si tratta delle linee guida per le amministrazioni locali differenziate in base al settore di appartenenza che, anche alla luce dell’impiego del lasciapassare, hanno subito qualche modifica.

In particolare, i mezzi di trasporto interessati dall’obbligo dal 1° settembre al 31 dicembre 2021 sono i seguenti:

  • treni a lunga percorrenza, ossia impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità;
  • tutti gli aerei di linea per il trasporto passeggeri;
  • navi e traghetti adibiti a servizio di trasporto interregionale, eccetto quelli impiegati per il collegamento dello stretto di Messina;
  • autobus adibiti a servizi di trasporto di persone prestati in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni e con itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;
  • autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, eccetto quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale.

Il controllo della certificazione verde viene eseguito prima di salire a bordo dei vettori su tutti i passeggeri, a meno che non si tratti di minori al di sotto dei 12 anni o di soggetti esenti dall’obbligo vaccinale in base ad idonea certificazione medica.

Potrebbe interessarti anche…

BANDO A FONDO PERDUTO PER AMMODERNAMENTO  TECNOLOGICO DELLE IMPRESE ARTIGIANE

BANDO A FONDO PERDUTO PER AMMODERNAMENTO TECNOLOGICO DELLE IMPRESE ARTIGIANE

La Regione Abruzzo vuole incentivare i programmi di investimento produttivi finalizzati all’ammodernamento tecnologico delle imprese artigiane tramite interventi di acquisizione di macchinari e attrezzature nuove di fabbrica.
Il progetto dovrà rispettare i seguenti requisiti:
1. avere una spesa minima (IVA esclusa) pari a € 10.000,00;
2. l’importo concesso a fondo perduto, al netto dell’IVA non può essere superiore a € 50.000,00;
3. l’intensità massima di aiuto concedibile è pari all’ 80%.
La domanda potrà essere presentata sullo sportello digitale della Regione Abruzzo dal 14 Novembre al 5 Dicembre 2022.

INDENNITÀ UNA TANTUM DI 150 EURO PER LAVORATORI DIPENDENTI

INDENNITÀ UNA TANTUM DI 150 EURO PER LAVORATORI DIPENDENTI

Il lavoratore, per ricevere l’indennità, deve presentare al proprio datore di lavoro una dichiarazione con la quale afferma di non essere titolare di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione o di non appartenere a un nucleo familiare beneficiario del Reddito di Cittadinanza.

Bonus Energia 2022

Bonus Energia 2022

La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Chieti Pescara ha elaborato un bando con l’obiettivo di concedere alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) un contributo a fondo perduto mirato a rimborsare quota parte delle maggiori spese sostenute per le forniture di energia elettrica e di gas naturale, calcolato sul differenziale tra le spese del 2022 ed il medesimo periodo del 2021.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.