Garanzia Giovani, in arrivo fondo da 50 milioni

U.P.A. C.L.A.A.I. di Chieti

Servizi a piccole e medie imprese dal 1963

Data pubblicazione: 13 Maggio 2021

Categoria: Lavoro

Con una dotazione iniziale di 50 milioni di euro, il Fondo ha l’obiettivo di contrastare la disoccupazione e l’inattività giovanile nelle regioni del Mezzogiorno, attraverso il finanziamento di progetti che assicurino una ricaduta sociale in termini di crescita dell’occupabilità degli under 35 e incremento del benessere sociale.

L’Anpal (Agenzia nazionale politiche attive del lavoro) ha approvato il decreto 10/05/2021 che istituisce il Fondo di investimento sociale per l’impatto occupazionale.

I soggetti destinatari dello strumento saranno le imprese, le cooperative, le associazioni in forma singola o associate, capaci di costruire centri di eccellenza o altri interventi innovativi.

Il Fondo ha come elemento cardine gli investimenti a impatto sociale, ovvero quelli finalizzati a produrre, oltre a rendimenti economici, effetti sociali positivi per le comunità, anche grazie alla sinergia tra attori pubblici e privati. A tal proposito, il nuovo strumento ANPAL sosterrà sia i modelli innovativi per la formazione e la riqualificazione professionale per il recupero dei giovani a rischio di emarginazione, che lo sviluppo di realtà sostenibili in grado di generare occupazione.

Analizzando più nello specifico il Fondo, le linee guida dello strumento prevedono sei pilastri:

  • la flessibilità degli strumenti attivabili, in particolare investimenti in equity e quasi equity, al fine di sostenere la maggiore stabilità delle operazioni e degli interventi;
  • prestiti, in funzione della tipologia di progetto e di soggetto proponente;
  • l’identificazione di interventi anche di medie/grandi dimensioni – da 5 a 10 milioni di euro – capaci di generare impatti significativi e duraturi;
  • il coinvolgimento di investitori privati che potrebbero cofinanziare il fondo tematico (investitori a livello di portafoglio) o i progetti;
  • la quantificazione ex ante ed ex post del ritorno sociale e la definizione di regole di remunerazione e modelli di misurazione dell’impatto sociale;
  • la costituzione di un Comitato di investimento in cui Anpal avrà il ruolo di indirizzo e validazione delle singole scelte di investimento del fondo.

Ecco alcuni articoli che potrebbero interessarti

Decreto Flussi per lavoro subordinato e autonomo nel triennio 2023-2025

Decreto Flussi per lavoro subordinato e autonomo nel triennio 2023-2025

Il Decreto Flussi stabilisce le quote d’ingresso per lavoratori stranieri in Italia per lavoro subordinato e autonomo nel triennio 2023-2025. Le quote variano a seconda del settore e includono anche quote riservate a cittadini provenienti da Paesi con accordi di cooperazione con l’Italia. Il decreto prevede anche la conversione dei permessi di soggiorno per lavoro stagionale e dei permessi di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.

Nuovo bonus in busta paga da Luglio 2023

Nuovo bonus in busta paga da Luglio 2023

A partire da luglio 2023, i dipendenti con redditi fino a 35.000 euro avranno un nuovo bonus nella busta paga grazie alla riduzione della pressione fiscale, con un’esenzione contributiva fino al 6%. La riduzione della quota di contribuzione a carico dei dipendenti comporterà un bonus più sostanzioso nella busta paga per il periodo dal 1 luglio al 31 dicembre 2023. L’esenzione non si applicherà al tredicesimo stipendio.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *