Fondo Nuove Competenze – Competenze formative finanziate per imprese e lavoratori

U.P.A. C.L.A.A.I. di Chieti

Servizi a piccole e medie imprese dal 1963

Data pubblicazione: 12 Novembre 2020

Categoria: Lavoro

L’emergenza epidemiologica ha reso evidente più che mai l’urgenza di dotare le persone delle competenze adeguate per reagire efficacemente alla volatilità e all’incertezza dei mercati e per gestire al meglio complessità e ambiguità del new normal.

Nell’ambito delle misure messe in campo per sostenere le imprese nell’arduo compito di fronteggiare la nuova fase in cui siamo oggi, il Governo italiano ha istituito presso l’Anpal il FONDO NUOVE COMPETENZE.

Grazie al Fondo Nuove Competenze (FNC), sarà possibile:

  • rimodulare l’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive e destinare parte dell’orario di lavoro a percorsi formativi
  • “recuperare” il costo del lavoro del personale impegnato in formazione (costo a carico FNC)

Il FNC, rimborsa i costi sostenuti dall’azienda, comprensivi dei contributi previdenziali e assistenziali, in relazione alle ore di lavoro destinate alla frequenza dei percorsi di sviluppo delle competenze da parte dei lavoratori.

La rimodulazione dell’orario di lavoro e il piano formativo collegato dovranno essere oggetto di uno specifico accordo sindacale che l’azienda dovrà sottoscrivere entro il 31 dicembre 2020 ed allegare alla domanda di partecipazione.

La formazione dovrà essere finalizzata ad adeguare le competenze delle persone alle mutate esigenze produttive dell’impresa, in ragione dell’innovazione organizzativa, tecnologica, di processo, prodotto o servizi.

Il limite massimo delle ore da destinare allo sviluppo delle competenze per lavoratore sarà pari a 250 ore.

I percorsi formativi potranno essere tenuti sia in presenza (misure Covid 19 permettendo) che a distanza (online) e dovranno realizzarsi entro 90 giorni dall’approvazione della domanda da parte di Anpal.

Erogazione del contributo:

Avverrà con cadenza trimestrale per il tramite dell’INPS, nei limiti dell’importo massimo riconosciuto e comunicato da ANPAL,  in due tranche: anticipazione del 70% del contributo concesso e saldo.

La valutazione delle richieste inviate avverrà secondo il criterio cronologico di presentazione e sino all’esaurimento delle risorse.

 

U.P.A. Sistema è a vostra disposizione, per approfondire l’opportunità e valutare la relativa fattibilità sulla progettazione/redazione della modulistica di partecipazione.

Info: 0871-331442 – www.claaiabruzzo.it

Ecco alcuni articoli che potrebbero interessarti

Decreto Flussi per lavoro subordinato e autonomo nel triennio 2023-2025

Decreto Flussi per lavoro subordinato e autonomo nel triennio 2023-2025

Il Decreto Flussi stabilisce le quote d’ingresso per lavoratori stranieri in Italia per lavoro subordinato e autonomo nel triennio 2023-2025. Le quote variano a seconda del settore e includono anche quote riservate a cittadini provenienti da Paesi con accordi di cooperazione con l’Italia. Il decreto prevede anche la conversione dei permessi di soggiorno per lavoro stagionale e dei permessi di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.

Nuovo bonus in busta paga da Luglio 2023

Nuovo bonus in busta paga da Luglio 2023

A partire da luglio 2023, i dipendenti con redditi fino a 35.000 euro avranno un nuovo bonus nella busta paga grazie alla riduzione della pressione fiscale, con un’esenzione contributiva fino al 6%. La riduzione della quota di contribuzione a carico dei dipendenti comporterà un bonus più sostanzioso nella busta paga per il periodo dal 1 luglio al 31 dicembre 2023. L’esenzione non si applicherà al tredicesimo stipendio.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *