Decreto Flussi per lavoro subordinato e autonomo nel triennio 2023-2025

U.P.A. C.L.A.A.I. di Chieti

Servizi a piccole e medie imprese dal 1963

Data pubblicazione: 20 Ottobre 2023

Categoria: Lavoro

Flussi d’ingresso di stranieri in Italia per lavoro subordinato e autonomo nel triennio 2023-2025

Il Governo italiano ha pubblicato il D.P.C.M. 27 settembre 2023 sulla G.U. n. 231/2023 per stabilire le quote d’ingresso dei lavoratori stranieri in Italia.

Dopo la strage di Cutro, il Governo italiano ha adottato il DL 10 marzo 2023, n.20, per contrastare l’immigrazione clandestina e semplificare l’ingresso legale dei lavoratori stranieri.

Le quote d’ingresso per il triennio sono state stabilite dal Ministero del lavoro in base alle necessità del mercato del lavoro, previo confronto con le organizzazioni sindacali.

Quote complessive

In generale, sono ammessi in Italia per lavoro subordinato e autonomo, cittadini stranieri residenti all’estero entro le seguenti quote complessive:

  • 136.000 unità per l’anno 2023
  • 151.000 unità per l’anno 2024
  • 165.000 unità per l’anno 2025.

Quote specifiche

Le quote specifiche riservate a colf e badanti sono: 9.500 unità per ogni anno del triennio.

Nel triennio 2023-2025, sono ammessi in Italia per lavoro subordinato non stagionale e autonomo in vari settori, cittadini stranieri residenti all’estero entro le seguenti quote:

  • 53.450 unità per l’anno 2023
  • 61.950 unità per l’anno 2024
  • 71.450 unità per l’anno 2025.

Sono previste anche quote riservate ai cittadini stranieri provenienti da Paesi con accordi o intese di cooperazione in materia migratoria con l’Italia:

  • 25.000 unità nel 2023
  • 25.000 unità nel 2024
  • 25.000 unità nel 2025.

Per i cittadini provenienti da altri Stati con i quali l’Italia ha accordi, sono riservate:

  • 12.000 unità nel 2023
  • 20.000 unità nel 2024
  • 28.000 unità nel 2025.

È prevista anche la conversione in permessi di soggiorno per lavoro subordinato dei permessi di soggiorno per lavoro stagionale e dei permessi di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati ai cittadini di Paesi terzi da altro Stato membro dell’Unione europea.

Le quote per la conversione in permessi di soggiorno per lavoro stagionale sono:

  • 4.000 unità nel 2023
  • 4.000 unità nel 2024
  • 5.000 unità nel 2025.

Le quote per la conversione in permessi di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo sono: 100 unità per ciascun anno del triennio.

È inoltre consentita la conversione in permessi per lavoro autonomo dei permessi di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati ai cittadini di Paesi terzi da altro Stato membro dell’Unione europea.

Le quote per la conversione in permessi per lavoro autonomo sono: 50 unità per ciascun anno del triennio.

Come fare?

Rivolgiti ai nostri uffici per ottenere assistenza lungo tutto l’iter procedurale: trovi i nostri contatti in fondo alla pagina o nella sezione Contatti.

Ecco alcuni articoli che potrebbero interessarti

Nuovo bonus in busta paga da Luglio 2023

Nuovo bonus in busta paga da Luglio 2023

A partire da luglio 2023, i dipendenti con redditi fino a 35.000 euro avranno un nuovo bonus nella busta paga grazie alla riduzione della pressione fiscale, con un’esenzione contributiva fino al 6%. La riduzione della quota di contribuzione a carico dei dipendenti comporterà un bonus più sostanzioso nella busta paga per il periodo dal 1 luglio al 31 dicembre 2023. L’esenzione non si applicherà al tredicesimo stipendio.

Esonero contributivo 100% per assunzioni di UNDER 36

Esonero contributivo 100% per assunzioni di UNDER 36

Dopo il via libera dalla Commissione UE, l'INPS ha fornito le istruzioni per i datori di lavoro che assumono giovani under 36 nel 2023. Il bonus consiste in un esonero contributivo del 100% fino a...

1 commento

  1. Singh Sukhwant

    Io da INDIA, sono cercando un dottore di lavoro che che posso fare domanda di nulla osta per me da India, io voglio lavorare in Italia.
    Grazie

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *