Che Pensione ci spetta?

Associazione CLAAI di Chieti

Servizi a piccole e medie impree Abruzzesi dal 1963

Data pubblicazione: 14 Settembre 2021

Categoria: Lavoro

Quota 100Opzione donnaPensione anticipata: sono queste le vie d’uscita dal mondo del lavoro per chi non ha ancora maturato i requisiti per la pensione di vecchiaia. Ma come funzionano e a chi spettano?

Nella brochure riassuntiva pubblicata il 13 settembre l’INPS risponde a queste domande in modo breve e semplice, facendo un quadro sui requisiti, sugli importi e sulle decorrenze e fornendo le relative indicazioni su come fare domanda.

Quota 100, per esempio, prevede un abbassamento dei requisiti pensionistici per i lavoratori dipendenti e autonomi: 62 anni di età e 38 anni di contributi, in luogo dei 67 anni di età e dei 42 anni richiesti dall’ordinaria pensione di vecchiaia.

Per Opzione donna, invece, le lavoratrici possono andare in pensione se entro il 31 dicembre 2020 hanno compiuto 58 anni, se dipendenti, e 59, se autonome, vantando 35 anni di contributi.

Ci sono poi coloro che, indipendentemente dall’età anagrafica, possono accedere alla Pensione anticipata maturando solo il requisito contributivo.

Tutte le informazioni sul punto sono contenute nella brochure dell’INPS del 13 settembre 2021.

Per accedere a Quota 100Opzione donna e alla Pensione anticipata, quindi, bisogna raggiungere i meno stringenti requisiti di età e di anzianità contributiva sopracitati e far parte delle seguenti categorie di lavoratori:

  • iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria, che comprende il Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti e le Gestioni speciali per gli autonomi;
  • iscritti alle forme sostitutive gestite dall’INPS.

La misura Quota 100 e la Pensione anticipata è accessibile anche agli iscritti alla Gestione Separata.

Si ricorda, poi, che per Opzione Donna i requisiti richiesti devono essere maturati entro il 31 dicembre 2020.

Per Quota 100, invece, la scadenza slitta di un anno: i 38 anni di contributi e i 62 anni di età si devono raggiungere dal 1° gennaio 2019 ed entro il 31 dicembre 2021.

Per info e assistenza U.P.A. Sistema tel. 0871 331442 mail: info@claaiabruzzo.it

Potrebbe interessarti anche…

I nuovi obblighi informativi previsti dal Decreto Trasparenza

I nuovi obblighi informativi previsti dal Decreto Trasparenza

In attuazione della direttiva UE 2019/1152, col fine di tutelare il diritto dei lavoratori di conoscere le proprie condizioni di lavoro, è stato emanato il cosiddetto Decreto Trasparenza che amplia gli obblighi di informazione in capo ai datori di lavoro.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.