+39 0871 348970 - 320061 - 334905 info@claaiabruzzo.it

E’ una delle novità introdotte dal maxiemendamento alla legge di bilancio 2022 presentato dal Governo in Senato. L’obiettivo è arginare gli effetti dei rincari energetici per famiglie e imprese.

Il nuovo anno si porterà dietro un pesante aumento delle bollette energetiche, dovuto ai rincari dei prezzi del gas che, a cascata, determineranno anche importanti incrementi dei prezzi dell’elettricità.

Per contenere gli effetti negativi del caro bollette nella manovra 2022 spunta una norma ad hoc.

Le bollette energetiche si potranno pagare in 10 mesi

La rateizzazione delle bollette dell’energia prevista dall’emendamento omnibus presentato dal governo alla legge di bilancio all’esame del Senato rappresenta di fatto un punto di incontro tra diverse richieste interne alla maggioranza.

Le famiglie potranno rateizzare le bollette di luce e gas in arrivo con le fatture emesse da gennaio ad aprile 2022. In caso di inadempienza dei clienti domestici, le imprese saranno tenute ad offrire un piano di rateizzazione senza interessi.

Sul tavolo c’è 1 miliardo di euro. All’Autorità dell’energia spetterà il compito di definire gli anticipi da riversare alle imprese per compensare le rate e le modalità di restituzione delle imprese stesse per consentire il recupero da parte della Cassa per i servizi energetici del 70% dell’anticipazione entro il 2022 e della restante quota entro il 2023.

Inoltre, sempre per il primo trimestre 2022, è prevista la riduzione delle aliquote relative agli oneri generali di sistema per il settore del gas fino a 480 milioni.

Per lo stesso periodo temporale, le agevolazioni relative alle tariffe per la fornitura di energia elettrica riconosciute ai clienti economicamente svantaggiati e in gravi condizioni di salute e la compensazione per la fornitura di gas naturale, sono rideterminate dall’Arera al fine di minimizzare gli incrementi di spesa per la fornitura, fino a concorrenza dell’importo di 912 milioni di euro.